Che cos’è un’impresa digitale

Le imprese oggi di fatto operano nel mercato globale e per essere competitive devono adattare la loro struttura organizzativa, così come il loro sistema informativo, in modo rapido per cogliere le nuove opportunità di business. Entrambi questi cambiamenti richiedono un altrettanto rapido adeguamento del software aziendale.

Quest’ultima esigenza si scontra con molteplici fattori ostili, tra i quali spiccano la complessità del software da realizzare e la necessità di accedere ai dati proprietari tramite interfacce evolute da utilizzare su molteplici tipologie di dispositivi. Ne consegue che per sviluppare tali tipologie di applicazioni software spesso occorre un team di analisti del “modello di business” e un team di programmatori che implementino quanto modellato dai primi. Il numero di risorse umane da coinvolgere è, in genere, cospicuo e di profilo professionale alto, fattori questi che si traducono in costi elevati. Costi che sempre meno le aziende sono in grado di sostenere, specie per la perdurante congiuntura economica internazionale.

Tuttavia oggi ciascuna impresa vive nella consapevolezza che non è possibile ignorare la tecnologia informatica.

In questo articolo vediamo come la tecnologia informatica ha cambiato il concetto di azienda, fino a farlo evolvere in quello di “Impresa Digitale”.

L’impresa digitale viene definita in Laudon, K., & Laudon, J. (2009) [Management Information Systems, Managing The Digital Firm – Prentice Hall] come l’impresa in cui quasi tutti i processi di business sono automatizzati. La tecnologia informatica è lo strumento che permette l’automazione dei processi di business e del sistema informativo aziendale.

In un contesto globale in continua evoluzione, si può ottenere un vantaggio strategico solamente se si affronta il cambiamento da leader anziché da seguaci, e l’unico modo attraverso il quale le aziende possono diventare leader è l’innovazione. Lo studio in Engelstätter, B., & Sarbu, M. (2010), Enterprise Software and Service Innovation: Standardization Versus Customization. ZEW Discussion Papers(10-100), tratto da http://www.zew.de/en/publikationen/enterprise-software-and-service-innovation-standardization-versus-customization/, afferma che le aziende che adottano soluzioni software personalizzate sono quelle più orientate all’innovazione.

Facendo riferimento alla definizione di impresa digitale, la tecnologia informatica tende a favorire sempre di più la nascita e lo sviluppo di imprese digitali in grado di rispondere alle sollecitazioni del mercato più rapidamente rispetto alle imprese tradizionali: l’adozione dei prodotti/servizi offerti nel settore, contribuisce a determinare la natura digitale di una start-up, oppure favorisce la trasformazione digitale di un’impresa esistente.

L’Impresa Digitale, quindi l’impresa impegnata nella trasformazione tecnologica, ha l’esigenza di cambiare prodotti, procedure e strategie in maniera rapida, efficace ed efficiente. Di conseguenza, l’impresa del futuro avrà la crescente necessità di adeguare tempestivamente il suo sistema informativo per cogliere nuove opportunità di business.

Questo orientamento consente di prevedere il consolidamento del ruolo sempre più importante e strategico della tecnologia informatica.

Il principale settore di destinazione della tecnologia informatica ed il mercato di riferimento ove sarà spendibile il suo output concernono lo sviluppo di software gestionale (ERP, SCM, CRM, ecc.) per le imprese interessate a migrare verso il digitale. Il bisogno latente di gran parte delle aziende oggi esistenti è diventare “impresa digitale” per adeguarsi ai rapidi cambiamenti del mercato e, quindi, essere competitive a livello globale. Il modo in cui le imprese gestiscono i propri “processi di business”, rappresenta un elemento competitivo rilevante. Sviluppare, erogare un nuovo servizio, evadere un ordine, creare un piano di marketing sono esempi di processi di business.

Finora le imprese digitali sono poche e questo è vero specie per le PMI. Le barriere principali al decollo delle imprese digitali sono la mancanza di una adeguata cultura del cambiamento all’interno dell’azienda, nonché la mancanza di strumenti per l’automazione, semplici ed a basso costo, in grado di supportare il cambiamento.

Studi specifici ritengono che la trasformazione digitale è destinata a diventare un tema caldo per le aziende di tutto il mondo (Digital transformation: a roadmap for billion-dollar organizations, 2011 MIT Center for Digital Business and Capgemini Consulting. http://www.capgemini.com/resource-file-access/resource/pdf/Digital_Transformation_A_Road-Map_for_Billion-Dollar_Organizations.pdf).

Il concetto di impresa digitale ha connessioni con molteplici ambiti del settore ICT. Lo scenario di riferimento è la realizzazione di Sistemi Informatici di tipo Enterprise. Oggi l’informazione è tra le più importanti risorse per ogni azienda o organizzazione. Essa è una risorsa aziendale molto particolare e decisamente diversa dalle altre: è innanzitutto una risorsa immateriale che costituisce la base per ogni altra risorsa di un’azienda, quali la conoscenza e l’esperienza individuale e organizzativa. Se essa non viene scambiata, gestita ed elaborata in modo adeguato all’interno dei processi organizzativi, rischia di divenire solo una “zavorra” per la struttura aziendale. L’insieme di queste caratteristiche, che rendono l’informazione così importante per ogni genere di organizzazione, rende dunque necessario l’avvalersi di Sistemi Informatici, termine di carattere generale con il quale si indica la porzione di sistema informativo che fa uso di tecnologie informatiche e dell’automazione.

È in risposta al duplice, e spesso conflittuale, intento di agevolare la responsività dei sistemi informatici aziendali senza lievitazione dei costi connessi con l’acquisto, la manutenzione e la gestione, che si stanno moltiplicando gli sforzi verso l’individuazione di soluzioni innovative per lo sviluppo di software nell’ambito dei Sistemi Informativi Aziendali (SIA). In tal senso contributi recenti di ricerca scientifica e alcuni prodotti di nuova generazione apparsi sul mercato indicano che per fare questo salto di qualità occorre che due elementi oggi distanti convergano: le metodologie di sviluppo del software ed il cloud computing. Sia le metodologie che le nuove tecnologie però, devono essere necessariamente supportate da un sistema di gestione dell’informazione completo ed efficace.

A presto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

tre × due =